Psicodramma e Role Playing

LO PSICODRAMMA

L’inventore dello Psicodramma è Jacob Moreno.

Consente di mettere in scena e quindi poi riconoscere i propri modelli relazionali.

Sono del ‘21 i primi esperimenti di psicodramma improvvisato con i bambini, le prime esperienze di “psicoterapia di gruppo” con le prostitute di un quartiere viennese e in un campo di profughi tirolesi rifugiati vicino a Vienna.

Gli scopi:

  • Curare un gran numero di pazienti con mezzi limitati
  • Incoraggiare a sviluppare le potenzialità
  • Non solo produrre benessere psichico nelle singole persone, ma anche un apprendimento a relazionarsi in modo più adeguato nel proprio contesto sociale.
  • Apprendere la spontaneità, l’autenticità nei rapporti interpersonali, che significa apprendere a rispondere in modo sintonico alle esigenze dell’ambiente (senza distorcerne le richieste) e alle proprie esigenze (senza stereotipie difensive e facendo emergere i veri bisogni e le autentiche emozioni).

Due gli elementi su cui si fonda: il qui ed ora e l’azione.

Per il qui ed ora, si tratta di far emergere sentimenti che qui si esprimono, più che rievocare il passato; afferma Moreno: “Non si può guidare una macchina guardando solo nello specchietto retrovisore. Bisogna guardare da tutti i lati, davanti come di fianco a noi”.

Attraverso l’azione, invece, e dovendo stare all’interno dei personaggi e dei ruoli che ci sono stati assegnati, ci ri-educhiamo all’autocontrollo, ai limiti e impariamo a guardare attraverso i punti di vista dell’altro, raggiungendo quella memoria procedurale che, nelle situazioni traumatiche o stressanti, ci fa reagire in maniera automatica e tendenzialmente disfunzionale, alle situazioni e alle persone.

Gli ambiti di applicazione:

  • La crescita personale, cioè quando l’attività è essenzialmente orientata alla conoscenza di sé e all’armonizzazione dei bisogni interiori del soggetto con le richieste della realtà esterna.
  • La formazione professionale, che si utilizza soprattutto nei corsi di formazione rivolti a figure professionali in cui il rapporto con gli altri assume un’importanza fondamentale (capi del personale, dirigenti sindacali, responsabili della selezione aziendale, venditori,  operatori psicosociali, ecc.). In questo caso i partecipanti possono comprendere i punti problematici della propria esperienza lavorativa in modo tale da accostarsi in maniera differente al proprio ruolo, senza dover condividere aspetti della propria condizione psicologica ed esistenziale.
  • La Psicoterapia:
  • gruppo permanente (per qualunque patologia e livello di gravità)
  • occasionalmente (per superare momenti di impasse)
dott.ssa Mariangela Villa
La dott.ssa Mariangela Villa è una Psicologa, Psicoterapeuta e Terapeuta. Si occupa di Psicoterapia Psicoanalitica, Psicodramma ed EMDR presso lo Studio Medico Posturalmente, a Milano, in Viale Lucania 3. Insieme al dott. Luca Sangiovanni ha messo a punto un intervento integrato fra Posturologia e Psicoterapia, con un attento sguardo di insieme del paziente.
dott.ssa Mariangela Villa
Gli articoli di Posturalmente sono una opera dei dottori Luca Sangiovanni e Mariangela Villa e sono distribuiti con una licenza Creative Commons CC BY-NC-ND 3.0. Gli articoli sono da intendersi come puramente informativi e con il seguente disclaimer.
Tutti i diritti sono riservati agli autori.
1) I Testi sono liberamente ripubblicabili se immodificati nella loro interezza, a scopo non commerciale, se viene incluso questo box di copyright e previa richiesta agli autori da questa pagina.
2) Immagini non ripubblicabili. Ulteriori permessi possono essere richiesti agli autori da qui.