I CIBI COME MEDICINA

Questo articolo è stato scritto dal dott. Hamze Al Khansa

A chi si rivolge questo articolo: ovviamente a tutti e per tutte le età, ma più nello specifico:

  • ai disturbi del peso corporeo (troppo o troppo poco) che resistono alle diete sia professionali che “fai da te”
  • ai disturbi viscerali (diarrea, stipsi, gonfiore addominale ecc.)
  • stanchezza cronica
  • scarsa efficienza e concentrazione
  • ritenzione idrica
  • ai disturbi per sospetta  intolleranza alimentare
  • celiachia
  • ai disturbi metabolici (spesso con esami ormonali non significativi)
  • alimentazione infantile (bambini sempre malaticci con ricorrenti: otiti, tonsilliti, adenoidi e manifestazioni cutanee) ed educazione genitoriale ai cibi sani
  • dermatiti e manifestazioni cutanee su sospetta base allergica
  • prestazione e benessere psicofisico

 

Nell’ambito di “Posturalmente – una rete per curare”, è ormai percezione comune di tutti i Collaboratori che una terapia che voglia modificare nel profondo le disfunzioni del Paziente debba includere una “terapia viscerale” al di là di una eventuale dieta per il controllo del peso.

La “pancia”, oltre ad un’immagine sociale artefatta che sembra costruita su chi va “ossessivamente” in palestra o è anoressico, crea reali problemi alla salute sia di circolazione agli arti inferiori che cardiovascolari, epatici, di respirazione, metabolici, psicologici.

La costatazione comune col Dott. Sangiovanni è come la popolazione dei nostri Pazienti (includendo quindi gli specifici disturbi del metabolismo e del peso) rientri in quella definizione di disfunzione  generale sintetizzata dalla frase di G.M. Gagey ” sano che non sta bene” con una sovrapposizione di aspetti posturalimetabolici, viscerali,  emotivi quasi  inestricabile.

Una persona sana deve muoversi in modo naturale, metabolizzare in modo naturale, gestire le criticità da presupposti di risposta adeguati. Potremmo avere un vero atleta con problemi intestinali? Una prestazione intellettuale soddisfacente con le vertigini? Aspetti emotivamente bilanciati col corpo che stenta?

L’approccio “metabolico”’ ai nostri Pazienti è quello della  Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia (PNEI) che prevede di  esaminare  la “persona nella sua interezza”  in una visione che superi definitivamente la dicotomia mente-corpo e che consideri l’organismo come un sistema di regolazioni interconnesse. Per curare prescrivo un comportamento alimentare non basato semplicemente sul controllo di calorie e grassi  (sempre fallimentare a breve-medio termine), ma utilizzo i cibi  anche come farmaci, cioè sfruttandone oltre le caratteristiche nutrizionali e di ipoallergenicità, le caratteristiche  medicamentose. Nella mia filosofia  professionale (totalmente recepita dal gruppo di lavoro Posturalmente), dopo una visita realmente approfondita e con l’ausilio di tester che mi permettono, in modo non invasivo, una valutazione oggettiva di alcuni parametri vitali e della composizione corporea, ricerco una strategia terapeutica che preveda:

- una modulazione dei comportamenti alimentari con la messa a punto di un regime dietetico specifico e con la scelta di alimenti strategici.

- l’eventuale  prescrizione di rimedi  Omeopatici, Fitoterapici, Integratori, Riequilibratori pre e pro biotici

- il monitoraggio nel tempo dell’andamento clinico

-  l’integrazione con gli altri approcci di Posturalmente (terapie fisiche, psicologiche)

A volte il Paziente mi pone “semplicemente” l’esigenza (già più volte frustrata) di dimagrire; però bisogna fare alcune considerazioni:

  • ”se perdi peso, fai attenzione a cosa perdi !!!”
  • Se perdi MASSA GRASSA dimagrisci e perdi grassi,
  •  se perdi  MASSA TISSUTALE  ATTIVA deperisci e perdi muscoli,
  • se perdi FLUIDI EXTRACELLULARI  ti disidrati e perdi fluidi.

Non si può improvvisare e non esiste una dieta che vada bene per tutti.

La visita con una visione integrata, l’utilizzo di un analizzatore tissutale e una gestione personalizzata della cura sono le premesse per una guarigione stabile e spesso con miglioramento di aspetti oltre le esigenze di risoluzione dei singoli sintomi per i quali ci si era presentati.

Dott. Hamze Al Khansa*

 *Medico Chirurgo Nutrizionista,  esperto in Cure Integrate, Clinica dei sintomi  vaghi e aspecifici

– Diete personalizzate – Omeopatia – Fitoterapia –  Nutraceutica

Dott. Luca Sangiovanni

Dott. Luca Sangiovanni

Il dott. Luca Sangiovanni è un Medico Chirurgo e Odontoiatra. Si occupa di Medicina Manuale e Posturale, Gnatologia, Osteopatia presso lo Studio Medico Posturalmente, a Milano, in Viale Lucania 3. Insieme alla dott.ssa Mariangela Villa ha messo a punto un intervento integrato fra Posturologia e Psicoterapia, con un attento sguardo all'insieme del paziente.
Dott. Luca Sangiovanni
Gli articoli di Posturalmente sono una opera dei dottori Luca Sangiovanni e Mariangela Villa e sono distribuiti con una licenza Creative Commons CC BY-NC-ND 3.0. Gli articoli sono da intendersi come puramente informativi e con il seguente disclaimer.
Tutti i diritti sono riservati agli autori.
1) I Testi sono liberamente ripubblicabili se immodificati nella loro interezza, a scopo non commerciale, se viene incluso questo box di copyright e previa richiesta agli autori da questa pagina.
2) Immagini non ripubblicabili. Ulteriori permessi possono essere richiesti agli autori da qui.